NEWS


 

Fondazione Cariplo e Banco dell’energia a contrasto della povertà energetica

L’inverno ormai è arrivato ma non tutti possono permettersi di accendere i caloriferi

Milano, 29 novembre 2018 - In Italia la povertà assoluta colpisce 5 milioni e 58 mila individui: le ultime stime, che danno conferma di un fenomeno in aumento, ci raccontano di una popolazione a rischio di povertà o esclusione sociale pari al 30%[1] del totale e in cui la fascia di età più colpita è quella dei minorenni, con una incidenza del 12,1% (1 milione 208 mila)[2]. In particolare, la povertà legata al reddito riguarda il 20,6% della popolazione (in Europa peggio di noi solo Lituania, Grecia, Romania e Bulgaria) e la grave deprivazione materiale il 12,1% della popolazione.

Di particolare attenzione è, in questo senso, il tema della povertà energetica e della incapacità, per molte famiglie, di poter riscaldare le proprie abitazioni. Tra gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile da raggiungere entro il 2030[3], c’è quello di garantire l’accesso universale a servizi energetici economicamente accettabili, affidabili e moderni. Ma la percentuale della popolazione che in Italia non può permettersi di riscaldare adeguatamente la propria abitazione è pari al 16,1%[4] e quella che vive in abitazioni con problemi strutturali o di umidità sale al 21,1%[5].

Fondazione Cariplo e Banco dell’Energia Onlus, realtà non profit promossa da A2A, Fondazione AEM e Fondazione ASM, hanno avviato nel 2016 una collaborazione finalizzata al contrasto della povertà energetica con un’attenzione particolare alle famiglie vulnerabili, intese come quei nuclei che sono recentemente scivolati in una situazione di povertà e che hanno bisogno di un sostegno per poter ripartire. Per contribuire ad alleviare e contrastare la vulnerabilità, Fondazione Cariplo e Banco dell’energia hanno pubblicato il bando Doniamo energia che intende sostenere interventi in grado di intercettare precocemente le persone e famiglie fragili e favorire la loro riattivazione.

Ad esempio, a livello nazionale, tra le misure di sostegno alla povertà energetica è attivo il bonus gas e luce[6] ma solo il 30-32%[7] degli aventi diritto accede a questa forma di contributo, a causa di scarsa informazione o di difficoltà burocratiche nel presentare la domanda. L’orientamento e l’ottenimento di questo bonus, qualora non fosse già utilizzato dalle famiglie, rientra tra le diverse attività che gli enti stanno portando avanti nei progetti attivati.

La prima edizione del bando Doniamo Energia ha visto l’attivazione di 15 progetti sul territorio lombardo che prevedono di sostenere circa 6.000 persone: i progetti hanno preso il via tra la fine del 2017 e il gennaio 2018 e i primi risultati saranno disponibili per la fine dell’anno. I progetti, oltre a sostenere i beneficiari nel pagamento delle bollette e delle altre spese di prima necessità, cercano di dare risposte più ampie, che tengano conto anche delle problematiche collegate al lavoro e ai legami sociali.

La seconda edizione del bando è in corso di valutazione e i progetti vincitori prenderanno il via nel gennaio 2019.

Per ulteriori informazioni, www.bancodellenergia.it e doniamoenergia@fondazionecariplo.it

Qui la descrizione e i contatti dei progetti attivi della prima edizione.

 

A2A Media Relations
Giuseppe Mariano
Tel. 02 7720.4583
ufficiostampa@a2a.eu

Fondazione Cariplo
Ufficio Stampa
Bianca Longoni
Tel. 026239405

 



 

[1] Istat, La povertà in Italia, 2018
[2] Istat, Spese per consumi delle famiglie, 2017
[3] Tra i 17 SDGs, Sustainable Development Goals, segnaliamo in particolare: 1. porre fine ad ogni povertà nel mondo; 2. porre fine alla fame, raggiungere la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere un’agricoltura sostenibile; 7. assicurare a tutti l’accesso a sistemi di energia economici, affidabili, sostenibili e moderni.
[4] Rapporto SDGs 2018, Informazioni statistiche per l’agenda 2030 in Italia, Istat, 2018, pag.105
[5] Ibidem, p.33
[6] Dal 1° luglio 2018 è possibile richiedere anche il bonus sociale idrico
[7] Arera, Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, rapporto 342/2018/I/com, 21 giugno 2018; i dati si riferiscono al primo semestre 2017 e sono in continuità a quelli relativi al 2015 e 2016.

 

 

< torna indietro <