Progetti vincitori 2018-2019

I progetti aggiudicatari della seconda edizione

Sono 16 i progetti che si sono aggiudicati i fondi del secondo bando “doniamo energia”, diffusi su tutto il territorio lombardo.

Elenco delle Organizzazioni aggiudicatarie del secondo bando “doniamo energia”

 

I progetti nei territori

Uno, due, tre: SINERGIA! Percorsi di attivazione delle energie e sinergie, per promuovere corresponsabilità

Clusone. Uno, due, tre: SINERGIA! vuole essere l’avvio di un percorso di sperimentazione di attivazione delle ENERGIE individuali a favore della collettività, mediante produzione di “beni comuni” sotto forma di restituzione dell’aiuto ricevuto per fronteggiare un periodo di difficoltà. Al contempo, la collettività si sperimenta in maniera SINERGICA, accogliendo le fragilità, da essa stessa prodotte, sostenendole e accompagnandole in percorsi che possano interrompere il circolo vizioso, in modo da prevenire la cronicizzazione. La Farsi Prossimo Onlus e l’Associazione l’Approdo, realtà del volontariato locale, oltre al Consorzio Mestieri Lombardia ed al Comune di Clusone (in qualità di Ente capofila dell’Ambito Territoriale Valle Seriana Superiore e Valle di Scalve) si fanno promotori di questa nuova sfida culturale, prima ancora che operativa. Per la sua realizzazione è fondamentale il coinvolgimento della rete territoriale e dei soggetti che in essa vi abitano.

 

Ente Capofila: Farsi prossimo Onlus

sede
tel
email
sito
Piazza Orologio 1
24023 Clusone
034621302 onlusfarsi.prossimo@libero.it  

Energie Potenziali per Comunità Solidali. La Bassa Bresciana Centrale fa rete per prevenire povertà ed esclusione/h4>

Bassa Bresciana Centrale. Il progetto vuole contribuire alla nascita e consolidamento di percorsi locali sul territorio dell'Ambito Bassa Bresciana Centrale. Il progetto si propone di sostenere lo sviluppo di una società coesa e corresponsabile e supportare il sistema di welfare locale in un’ottica sussidiaria. Si passa dalla singolarità dell'azione di un'organizzazione ad un approccio multidimensionale e multilivello, in grado di innescare circuiti virtuosi di welfare comunitario e nuove forme di prossimità territoriale e relazionale. In questo senso diventa imprescindibile e strategico “rivitalizzare” le reti associative e comunitarie, sistematizzando innanzi tutto le preziose connessioni già esistenti, e attivando nuove modalità di co-progettazione, co-programmazione e nuove sperimentazioni.

 

Ente Capofila: Gruppo 29 Maggio '93 Fabio-Sergio-Guido

sede
tel
email
sito
Via dei Muratori, 13
25016 Ghedi BS
030 9032112 gruppo29maggio@libero.it http://www.casadellamisericordia.org/

 


 

Rilancio - maggiori risorse per il bilancio famigliare

Brescia. La Rete di progettazione si è formata su suggerimento della Fondazione Comunità Bresciana nel 2017 ed ha avviato l'attività di presa in carico e sostegno economico. Il progetto RILANCIO si divide in 3 Azioni, e successive sottoazioni:
1a azione: PRESA IN CARICO. Attività finalizzate all’individuazione dei beneficiari del progetto: 1a-Segnalazione degli enti 1b-Coordinamento sociale 1c-Valutazione dei beneficiari
2a azione: RIDUZIONE SPESE DOMESTICHE. Attività finalizzate al risparmio nel bilancio familiare 2a-Economia domestica 2b-Efficientamento energetico 2c-Consulenza finanziaria
3a azione: AUMENTO DELLE OPPORTUNITA’ DI REDDITO. Attività finalizzate all’abilitazione occupazionale / lavorativa 3a-Conseguimento specifiche abilitazioni professionali 3b-Volontariato/iniziative di restituzione sociale 3c-Inserimento lavorativo temporaneo.

 

Ente Capofila: Associazione Bimbo chiama Bimbo onlus

sede
tel
email
sito
Via Fontane, 27/H
25133 Brescia BS
030 2093006 educa@bimbochiamabimbo.it http://www.bimbochiamabimbo.it/

COM-PRENDIAMO 2. Legami e risorse per non scivolare nel disagio

Mariano Comense. Sperimentare un modello di welfare innovativo comunitario, di promozione di corresponsabilità della comunità rispetto all’intercettazione precoce di sacche di vulnerabilità. Avvio di un processo di riattivazione delle comunità civile, in una logica di “antenna territoriale diffusa”, capace di rilevare i segnali di emersione di situazioni di potenziale fragilità che possano fare precipitare le persone che sono sulla soglia, verso la fragilità. Coinvolgere e attivare soggetti anche non convenzionali (medici, amministratori di condominio, negozianti, ecc), verso la corresponsabilizzazione e cura per il benessere della comunità. Attivare dispositivi comunitari per

  • far emergere le situazioni di vulnerabilità precocemente
  • ricreare situazioni di presidio sociale attraverso luoghi del territorio riconosciuti
  • creare occasioni di empowerment di comunità in una logica di responsabilizzazione
  • riconnettere le risorse territoriali per la ricomposizione e di risposta integrata

 

Ente Capofila: Spazio Giovani onlus - Società Cooperativa Sociale

sede tel email sito
Via L. Da Vinci, 34
20851 Lissone MB
0392 301133 cooperativa@spaziogiovani.it http://www.spaziogiovani.it/

 

Comunità energetiche

Lodi. L’obiettivo principale del progetto è quello di intercettare le situazioni emergenti di povertà e la vulnerabilità sociale ed economica di famiglie, prioritariamente con minori a carico, attivando azioni coordinate e condivise in grado di creare una rete di sostegno formale (operatori e professionisti del pubblico e del privato sociale) e informale (soggetti del volontariato, portatori di una vicinanza ai soggetti vulnerabili e di una capillarità territoriale estremamente significativi per l’inclusione dei soggetti vulnerabili) per arginare l’esclusione sociale, favorendo la riattivazione tanto della comunità in cui le famiglie sono inserite, quanto quella dei singoli beneficiari, perché si sentano protagonisti del loro processo di cambiamento. Si vuole incoraggiare la crescita di una comunità inclusiva, coesa e generativa, attenta alle situazioni di fragilità che incontra, poiché crediamo che una comunità che lascia indietro qualcuno non è una vera comunità.

 

Ente Capofila: Associazione Emmaus onlus

sede
tel
email
sito
Via Cavour, 31
26900 - Lodi
0371 948130 servizi.caritas@diocesi.lodi.it  http://caritas.diocesi.lodi.it/

 

OIKOS / Coltiviamo Comunità. Strategie e interventi Gener-Attivi per il contrasto delle povertà emergenti

Castiglione delle Stiviere. Il progetto OIKOS si rivolge prioritariamente all'intercettazione di famiglie a rischio di povertà con figli minori, nel territorio del Comune di Castiglione delle Stiviere (MN). L'obiettivo è di favorire la loro riattivazione attraverso misure personalizzate, Patti Gener-Attivi per responsabilizzare i beneficiari. Promuovere il coinvolgimento attivo delle diverse organizzazioni del territorio per potenziare la capacità di intercettazione delle nuove povertà, contribuire al rafforzamento dei legami sociali, promuovere forme di solidarietà  partecipata. In un'ottica di welfare promozionale, il progetto individua azioni di sostegno diretto per tamponare bisogni urgenti, elaborare percorsi personalizzati di empowerment relazionale, professionale e sociale. Una rete di interventi volti a contrastare la vulnerabilità delle famiglie, prevenire la cronicizzazione del bisogno e potenziare l'attivazione dei beneficiari (welfare generativo).

 

Ente Capofila: Associazione LIBRA - Rete per lo Studio e lo Sviluppo delle Dinamiche di Mediazione

sede
tel
email
sito
Via Sandro Pertini, 6
46100 Mantova MN
03761 591511

info@associazionelibra.com

http://www.associazionelibra.com/it/home/

 

Aiuto (ri)generativo

Milano. Il progetto si svolgerà sull’intero territorio di Milano, grazie alla presenza di partner di progetto che hanno servizi a favore di persone in difficoltà presenti in tutte le zone comunali, nello specifico 10 centri di ascolto e similari, 4 cag e similari, 1 centro lavoro, 1 centro distribuzione alimenti. Attualmente i partner sostengono a vario titolo soprattutto persone in gravi situazioni economiche, spesso conclamate. Con il presente progetto si vuole aprire anche alle persone vulnerabili, che in genere non si rivolgono ai servizi prima citati (come i centri di ascolto) poichè non sono abituati a chiedere aiuto. Al fine di far fronte a questa mancata coincidenza tra domanda e offerta, verrà fatto un lavoro specifico di “aggancio” sul territorio.

 

Ente Capofila: Gruppi di Volontariato Vincenziano A.i.c. Italia Gruppo di Milano

sede
tel
email
sito
Via Ariberto, 10
20123 Milano
02 8372667 ascolto@gvv.milano.it https://www.gvv.milano.it/

 


 

CONTIAMO - Energie positive

Bollatese. Il progetto intende promuovere percorsi di autonomia per le famiglie vulnerabili dell’Ambito dei Comuni del Bollatese. Le famiglie verranno individuate presso una rete di punti (sportelli e servizi) di raccolta di istanze di informazione e consulenza che il progetto intende coinvolgere come segnalatori. Gli stessi sportelli e servizi rappresenteranno contesti in cui sviluppare un adeguato accompagnamento delle situazioni di vulnerabilità per promuovere percorsi di affrancamento dal bisogno e reale autonomia. In particolare i bisogni a cui si intende rispondere col presente progetto sono: l’integrazione del reddito e l’alleggerimento della situazione debitoria delle famiglie, incrementare le prospettive occupazionali e, infine, aumentare i legami di prossimità, in modo da diminuire la solitudine con cui spesso si è costretti ad affrontare i problemi.

 

 Ente Capofila: INTRECCI Società Cooperativa Sociale Onlus

sede
tel
email
sito
Via Madonna, 63
20017 Rho MI
02 93180880 o.motta@coopintrecci.it http://www.coopintrecci.it/

 


 

Energia comune in Ponte Lambro

MILANO, Municipio 4, Ponte Lambro. Il progetto prevede la presa in carico di nuclei famigliari con minori, in situazione di fragilità o vulnerabilità sociale, per avviare dei percorsi di attivazione individuale e comunitaria che garantiscano una futura autonomia e indipendenza dai servizi. All’interno del caseggiato di via Parea/Umiliati, troverà spazio uno Sportello Sociale di Quartiere che sarà il luogo di contatto con i beneficiari di progetto, con gli abitanti del quartiere e con tutti gli stakholder territoriali. Le azioni saranno tese a:

  • fornire sostegno economico per l’acquisto di beni di prima necessità, per il pagamento di affitti o bollette; fornire un pacchetto di servizi di welfare personalizzabili sulle singole necessità
  • informare i nuclei familiari sulle possibilità che il territorio offre (politiche di sostegno al reddito, servizi territoriali, etc..)
  • supportare nella ricerca di un lavoro.

 

 Ente Capofila: Consorzio SiR Solidarietà in Rete

sede
tel
email
sito
Via Lorenzo Valla, 25
20141 Milano
02 84470111 luisa.vanelli@consorziosir.it
simona.silvestro@consorziosir.it
http://www.consorziosir.it/

 


 

Energia dei legami

Sondrio. Sperimentare un modello di welfare innovativo comunitario, di promozione di corresponsabilità della comunità rispetto all’intercettazione precoce di sacche di vulnerabilità. Avvio di un processo di riattivazione delle comunità civile, in una logica di “antenna territoriale diffusa”, capace di rilevare i segnali di emersione di situazioni di potenziale fragilità che possano fare precipitare le persone che sono sulla soglia, verso la fragilità. Coinvolgere e attivare soggetti anche non convenzionali (medici, amministratori di condominio, negozianti, ecc), verso la corresponsabilizzazione e cura per il benessere della comunità. Attivare dispositivi comunitari per

  • far emergere le situazioni di vulnerabilità precocemente
  • ricreare situazioni di presidio sociale attraverso luoghi del territorio riconosciuti
  • creare occasioni di empowerment di comunità in una logica di responsabilizzazione
  • riconnettere le risorse territoriali per la ricomposizione e di risposta integrata.

 

Ente Capofila: Spazio Aperto Servizi Società Cooperativa Sociale

sede
tel
email
sito
Via Gorki, 5
20146 Milano MI
02 4232477   http://www.spazioapertoservizi.org/

 


 

Energia=Municipio Cinque al quadrato

Milano. Il progetto di sistema valorizza la rete del Tavolo Territoriale per le Politiche Sociali del Municipio 5 in particolare su:

  • Le procedure previste per lo svolgimento delle attività e la presa in carico (valorizzare le competenze specifiche di ciascuna organizzazione, collegarle attraverso un processo a staffetta che fornisca al destinatario un’ampia e diversificata offerta di servizi di qualità)
  • La condivisione delle informazioni, attraverso una piattaforma informatica per monitorare le azioni a sostegno delle persone fragili
  • La creazione di un Tavolo Profit, in collaborazione con l’Università Bocconi, che si affianchi al Tavolo Territoriale per sviluppare progettazioni condivise con realtà profit del territorio nell’area lavoro Il progetto si inserisce nel sistema già avviato del Tavolo Territoriale, per rafforzare e innovare modalità operative, garantire una maggiore integrazione sul territorio, sviluppando un sistema che possa perdurare oltre il tempo del finanziamento.

 

Ente Capofila: Piccolo Principe Società cooperativa sociale Onlus

sede
tel
email
sito
Via Rimini, 29
20142 Milano
02 84893234 doniamoenergia@piccoloprincipeonlus.org http://www.piccoloprincipeonlus.org/

 


Energie Invulnerabili

Cinisello Balsamo. Il progetto realizza un intervento di prevenzione e contrasto alla vulnerabilità  centrato su aggancio precoce, ingaggio, primo tamponamento delle situazioni più critiche (utenze energetiche, costi abitazione) accompagnamento all'inclusione lavorativa e inserimento in percorsi generativi per famiglie di giovani adulti con minori. L'intervento può contare su un sistema di risposte già  importante, che però deve essere reso contemporaneamente più solido€ (integrazione informativa, ampliamento soggetti) e fluido€ (meccanismi di segnalazione e invio) e viene centrato sulla definizione, a seguito di valutazione, di un pocket money il cui uso è deciso insieme alla famiglia in un'ottica di ri-attivazione e cor-responsabilizzazione. Un'altra attenzione sarà mirata a garantire sempre una forte connessione tra misure economiche e ingaggio, così pure a considerare sempre i nuclei nel loro complesso, compresi i minori e l'ampliamento delle loro opportunità.

 

Ente Capofila: Il Torpedone Società Cooperativa Sociale Onlus

sede
tel
email
sito
Via Picasso 7/11
20092 Cinisello Balsamo MI
02 6121650 pierpaolo.forello@torpedone.org https://www.torpedone.org/

 


 

Riaccendiamo il futuro

Milano. Il progetto prevede il coinvolgimento di soggetti a rischio attraverso un aggancio precoce, che avverrà sulla base delle segnalazioni che perverranno. Alla segnalazione seguirà un primo contatto ed in seguito un incontro con operatori con esperienza nell’ambito della vita indipendente e delle situazioni ad alta vulnerabilità sociale. Con la collaborazione ed il coinvolgimento della persona/famiglia, gli operatori coinvolti identificheranno le aree di intervento e gli obiettivi e struttureranno un’ipotesi di progetto individualizzato, che dovrà prevedere l’accettazione e l’assunzione di responsabilità da parte del/dei soggetto/i coinvolto/i, conditio sine qua non per la successiva fase operativa; le persone coinvolte devono essere parte attiva di tutto il processo, unica via percorribile ai fini dell’autodeterminazione e del raggiungimento della consapevolezza di sé. Le azioni da intraprendere saranno strettamente connesse alla individuazione del problema e alla sua successiva analisi.

 

Ente Capofila: Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare sezione Milano

sede
tel
email
sito
Via Lampedusa, 11/1 - 20141 Milano 02 84800276 segreteria@uildmmilano.it https://milano.uildm.org/

Ricarichiamo la speranza

Pavia. Alla base del progetto c’è la riconosciuta necessità da parte dei promotori di sostenere nuclei familiari e singoli nel superare momenti di temporanea difficoltà, attraverso un sostegno economico, accompagnato da percorsi di reinserimento sociale e lavorativo. Su 12 capoluoghi di provincia lombardi, 9 presentano un tasso di povertà materiale superiore al 5%, calcolato sulla base dl numero di persone che si rivolgono a enti assistenziali; Pavia è quarta col 9,1%. Casa del Giovane, Agape e Piccolo Chiostro rilevano il bisogno attarverso la gestione di sportelli d'ascolto e servizi accreditati. La difficoltà prevalentemente rilevata è quella economica; nel 2017 il Piccolo Chiostro ha preso in carico 4 nuclei familiari, sostenendo affitto/utenze/buoni spesa. Agape ha accolto 266 richieste delle 311 pervenute. Casa del Giovane ha aiutato 3 nuclei familiari con figli minori + 2 donne sole, 21 persone area adulti, 4 persone area salute mentale.

 

Ente Capofila: Cooperativa Sociale Casa del Giovane S.c.r.l.

sede
tel
email
sito
Via Lomonaco, 43
27100 Pavia
0382 3814490

progetti@cdg.it

http://www.casadelgiovane.eu/

 

 

SEGNI POSITIVI CRESCONO! Sistema integrato di contrasto alla povertà e vulnerabilità sociale nel distretto di Sondrio

Sondrio. Il progetto si sviluppa nell’Ambito territoriale di Sondrio, contesto montano che giova a favore di una sorta di privatizzazione e individualizzazione del problema della povertà e della vulnerabilità sociale. In questo contesto territoriale ha operato nel triennio 2015-2018 il progetto “+++ Segni Positivi” (Welfare in azione 1° edizione), un progetto di welfare comunitario con l’obiettivo di far emergere e contrastare le forme di povertà e vulnerabilità sociale. Contemporaneamente una rete di 15 soggetti operanti, in connessione con il Più Segni Positivi, ha costruito un programma di intervento ampio che può trasformarsi in un Sistema integrato di interventi gestito da una nuova organizzazione a rete. Il progetto prevede quindi una serie di azioni innovative, generate in un percorso pluriennale di lavoro comune, che rispondono a bisogni e problematiche presenti ed emergenti nel contesto territoriale. Il progetto prevede la costituzione di un ampio e variegato partenariato.

 

Ente Capofila: Sol.co Sondrio consorzio di cooperative sociali - Società Cooperativa Sociale

sede
tel
email
sito
Viale Milano, 18
23100 Sondrio SO
0342213355
3204731209

direzione@piusegnipositivi.org
direzione@solcosondrio.it

http://www.piusegnipositivi.org/

 

 

Il kWcuore - Moltiplicatore di energia

Tutta la Lombardia. Operare per creare le condizioni di uscita dalla condizione di bisogno significa rendersi conto di come esse si determinano e quali effetti producono. Delle circa 30.084 richieste di interventi di aiuto che riceviamo ogni anno,una buona parte di queste circa il 35% sono riconducibili al fenomeno della Fuel Poverty. Se fino ad oggi le risposte erano sul piano dell'assistenza solo sulla fase di emergenza, il progetto vuole concorrere alla rimozione delle cause mettendo in campo una stretta connessione tra interventi di assistenza, interventi di prevenzione e collegare il bisogno dei singoli al sistema dei servizi presenti su ogni territorio promuovendo azioni coordinate e contribuire ai processi di modifica. I nostri 3194 volontari svolgeranno un azione di "sensori" ponendo massima attenzione sulle situazioni di esordio riconducibili alle caratteristiche al Target del Bando. Attuando interventi di prevenzione per tutti gli assistiti e di presa in carico per le situazioni esordienti.

 

Ente Capofila: - Federazione Regionale Lombarda della Società di San Vincenzo De' Paoli

sede
tel
email
sito
Via Cortina d'Ampezzo, 15
Milano
02 91537459 sanvincenzo@tiscali.it https://www.sanvincenzolombardia.it/